finalmente online
Scopri i nostri prodotti.

Legali

Hemp Zone vende prodotti 100% legali con un contenuto di THC che non supera i limiti consentiti dalla legge n. 242 del 2016.

Naturali

Per le nostre coltivazioni adottiamo tecniche naturali e sostenibili per garantirvi un ottimo prodotto raccolto a mano senza l’uso di macchinari, pesticidi e concimi minerali.

Altissima qualità

Garantiamo un prodotto di altissima qualità poiché curiamo con passione e professionalità ogni aspetto: dalla selezione delle varietà migliori ad una coltivazione naturale e sostenibile.

I PIÙ VENDUTI
  • I PIÙ VENDUTI

Spedizione rapida

Una volta effettuato il vostro ordine vi sarà recapitato in 24 ore per piccole quantità e in 36/48 ore per grandi quantità.

Pacchi anonimi

Garantiamo l’anonimato con degli imballaggi che assicurano la massima riservatezza.

Modalità di pagamento

Potrete pagare il vostro ordine con bonifico bancario oppure alla consegna con una maggiorazione di 7 euro.

Cannabis light

La cannabis light, altrimenti detta canapa light, consiste nel prodotto delle infiorescenze femminili della Canapa Sativa, una specie del genere Cannabis. Le infiorescenze selezionate contengono concentrazioni minime di Tetraidrocannabinolo (THC), il principio attivo responsabile degli effetti psicotropi tipici della marijuana. I valori di THC contenuti nella cannabis light sono sotto allo 0,2% e non devono comunque superare la soglia di tolleranza dello 0,6% e sono regolamentati dalla legge n. 242 del 2016. Il basso valore di THC contenuto nella cannabis light consente a questa qualità di essere considerata un prodotto industriale. E’ proprio questa la caratteristica che le consente anche di non essere classificata come una sostanza stupefacente e che la rende legale.

La cannabis leggera può essere acquistata per fini di ricerca, per uso tecnico oppure per collezionismo. Le infiorescenze devono rimanere nella loro confezione originale. Non è un prodotto idoneo alla combustione, quindi non può essere fumato o inalato. Non è previsto un uso alimentare o farmaceutico.

La cannabis light contiene anche il cannabinoide non psicoattivo CDB (Cannabidiolo), principio attivo che non risulta tra quelli vietati dalla legge. Mentre il THC può avere, a certe concentrazioni, effetti psicotropi, il CBD non ha controindicazioni e, per questo, non vi sono limiti di concentrazione massima. Nella maggior parte dei prodotti di cannabis light in commercio, il valore di CBD è nettamente superiore a quello di THC. 

CBD

Il CBD, o cannabidiolo, è il secondo cannabinoide come concentrazione presente nella pianta della canapa. Così come gli altri fitocannabinoidi presenti nella pianta, anche il CBD interagisce con il sistema endocannabinoide presente nel nostro corpo. Il CBD aiuta a contrastare gli effetti stupefacenti del THC, tetracannabinolo, tradizionalmente legati al consumo di marijuana.

Il CBD non è una sostanza psicotropa e, mentre per il THC vi sono dei limiti di legge (nella cannabis light il contenuto deve essere inferiore allo 0,2% e non deve comunque superare lo 0,6%), per il CBD non vi sono limitazioni.  

Cannabis light: riferimenti normativi

Nessuno dei nostri prodotti supera la soglia del 0,5% di THC, in conformità con la legislazione attuale sugli stupefacenti. Tutte le sostanze presenti all’interno delle nostre infiorescenze sono prive di effetto psicotropo.

A questo link (https://www.politicheagricole.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/8337) si trovano tutti i riferimenti normativi del Ministero delle politiche agricole alimentari, forestali e del turismo che regolamentano la coltivazione, la vendita e l’uso di prodotti derivanti dalla pianta della Canapa. In particolare, i riferimenti normativi per la vendita e l’uso delle infiorescenze femminili della pianta di canapa sono:

  • Legge n. 242 del 2016
  • Circolare Mipaaf n. 5059 del 22 Maggio 2018. Chiarimenti sull’applicazione della legge del 2 dicembre 2016, n.242 – Disposizioni per la promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa.
  • Circolare del Ministero della Salute del 22 maggio 2009 – Produzione e commercializzazione di prodotti a base di semi di canapa per l’utilizzo nei settori dell’alimentazione umana.